Dal 15 al 16 ottobre 2022

UNDER THE BAMBOO TREE

al Labirinto della Masone


Il Labirinto della Masone presenta, sabato 15 e domenica 16 ottobre, la settima edizione di Under the Bamboo Tree, manifestazione annuale interamente dedicata al bambù. Due giornate per celebrare le infinite virtù di questa pianta elegante, flessibile e vigorosa,

che è anche il cuore pulsante del dedalo più grande del mondo.

LA SETTIMA EDIZIONE

Quest’anno Under The Bamboo Tree si svilupperà attraverso installazioni, performance e presentazioni che daranno modo a tutti gli spiriti curiosi, che amano e promuovono la sostenibilità, la bellezza e l’arte, di scoprire e ammirare le tante anime del bambù.

PERFORMANCE   E INSTALLAZIONI



TRABERPRODUKTION

15 e 16 ottobre

L’artista anticonvenzionale Georg Traber si cimenterà nella costruzione di una struttura alta tredici metri composta da quarantasette sottili pali di legno sapientemente annodati insieme da corde. Con movimenti lenti e calibrati, ogni palo verrà legato all’altro andando a formare prima il basamento e poi una torre che svetta verso il cielo. Il metodo non cambia mai, tuttavia la forma della torre è sempre nuova.

I visitatori potranno seguire il performer in quest’impresa dalla durata di 4 ore totali, e ammirarlo mentre si muoverà in modo agile e fluido nel labirinto di pali incrociati tenuti insieme da nodi sapienti. Una volta raggiunta la cima, come in una meditazione orientale, il ciclo si completerà con la decostruzione: uno a uno, i nodi verranno sciolti e i pali riportati così a terra, gli equilibri trovati si abbandonano in favore di nuove forme, in una ricerca di conoscenza tesa verso il cielo.

GIARDINO DI BAMBÙ

15 e 16 ottobre

La corte centrale si trasformerà in un vero e proprio bosco di bambù grazie all’intervento dei Vivai Michelucci, realtà di Pistoia specializzata nella produzione e coltivazione di Bambù e Graminacee perenni. La piazza della Piramide accoglierà, infatti, nelle aiuole che incorniciano la corte, installazioni su diverse altezze di erbacee e piante di bambù. Diverse specie di bambù arricchiranno anche il piano terra, la rampa di salita e il terrazzo della piramide, oltre che i porticati della piazza ricreando un vero e proprio giardino.

CANYA VIVA

15 e 16 ottobre

Al centro della corte sorgerà una grande struttura in bambù ideata e installata da Canya Viva, collettivo nato nel 2016 che propone un metodo costruttivo sostenibile ed ecocompatibile incentrato sull’utilizzo di materiali naturali e che organizza in Italia workshop di costruzione di strutture in Bambù e Arundo Donax (canna mediterranea). La struttura presentata ad Under The Bamboo Tree abbraccerà una superficie circolare di circa 50 mq, e verrà costruita con il metodo Canya che non prevede l’utilizzo di chiodi o viti, ma solo corda e bambù piegati.

PRESENTAZIONI


15 ottobre

La grande struttura costruita al centro della piazza sarà teatro di due presentazioni.

Canya Viva

il collettivo si presenterà al pubblico e illustrerà il metodo “Canya” con il quale vengono costruiti archi strutturali utili a costruire diversi tipi di strutture. Il gruppo riporterà inoltre esempi concreti di strutture costruite in diversi contesti casalinghi e non e dal diverso utilizzo.

Bamboo Student Contest

Saranno presentati i progetti finalisti e il progetto vincitore dell’edizione 2022 del contest annuale dedicato a tutti gli studenti dell’Università di Bologna indetto da DICAM – Dipartimento di ingegneria civile, chimica, ambientale e dei materiali – per la riqualificazione di un’area dell’università attraverso l’utilizzo di un materiale naturale, sostenibile e resistente come il bambù.

La competizione prevedeva la progettazione di una struttura che andasse a sostituire una

pensilina per il posteggio biciclette della sede storica di ingegneria, utilizzando il bambù come materiale principale. Il contest, finalizzato ad aprire prospettive di progettazione con nuovi materiali più sostenibili e generare consapevolezza nel loro impiego, è stato vinto dal progetto “Germoglio” di Riccardo De Grandis, Alex Francia e Leonardo Sciaretta, costituito da una struttura reticolare, modulare, replicabile e con dimensioni variabili, composta da una fitta trama di culmi singoli e fasci di canne negli elementi isolati come nelle tipiche costruzioni in bambù.

INFORMAZIONI


La partecipazione alla manifestazione è inclusa nel biglietto d’ingresso del Labirinto della Masone, che dà diritto all’accesso al labirinto di bambù, alla Collezione d’Arte e alla mostra temporanea “Roberto Capucci. Seriche armature”.
Nei giorni festivi e nel fine settimana la prenotazione del proprio ingresso, tramite acquisto online, è consigliata in quanto garantisce l’ingresso all’orario desiderato.

Tel. +39 0521 827081
labirinto@francomariaricci.com