I GIARDINI DI… LUGLIO
Conversazioni sul Verde

Dal 2 luglio al Labirinto di Franco Maria Ricci cinque incontri per raccontare e indagare in modi sempre nuovi il sorprendente mondo delle piante, dei giardini e del paesaggio


 

A partire dal 2 luglio, tutti i giovedì del mese (2, 9, 16, 23, 30) alle ore 18, il Labirinto della Masone ospiterà “I giardini di luglio”, il ciclo di incontri dedicato al mondo del verde, con interventi di studiosi e connaisseur.

Spostata dalla sua solita collocazione (marzo) a causa dell’emergenza sanitaria e organizzata in collaborazione con la delegazione FAI di Parma presieduta da Giovanni Fracasso, moderatore di questi incontri, la rassegna di appuntamenti “green” torna in una nuova veste estiva. Proporrà originali spunti di riflessione sul mondo delle piante e dei giardini, con temi che attraversano i confini di varie discipline, dagli importanti risvolti che il verde può avere sulle nostre città e sui nostri ambienti di lavoro alla storia del giardino, dal restauro del paesaggio al giardino “buono da mangiare”.

Giovedì 2 luglio, ore 18
Kilometroverde Parma – Un nuovo modo di (ri)pensare il paesaggio

La rassegna si aprirà con la presentazione nazionale del progetto “Kilometroverde Parma”, che si propone di creare aree di boschi permanenti ai bordi del tratto autostradale della A1, a nord della città di Parma, allargandosi poi ad altre zone. Il progetto si pone l’obiettivo di ridurre l’inquinamento da particelle sottili e acustico, ma nasce anche per incentivare le buone pratiche di cura e valorizzazione del territorio. Dopo l’intervento di Edoardo Pepino, direttore del Labirinto della Masone, che porterà i saluti di Franco Maria Ricci,

 

presidente onorario di Kilometroverde Parma, interverrà Maria Paola Chiesi, presidente del consorzio Kilometroverde Parma. A seguire, Alberto Giuntoli, autore del masterplan, Studio Bellesi Giuntoli, Firenze; il prof. Francesco Ferrini, presidente della Scuola Agraria dell’Università di Firenze e il prof. Francesco Rizzi della Scuola Superiore S. Anna di Pisa, supervisore del processo evolutivo del progetto.

Giovedì 9 luglio, ore 18
Il giardiniere goloso

Gottardo Bonacini propone un focus sulle tecniche di coltivazione di verdure, frutti ed erbe, sul loro utilizzo e conservazione, dispensando consigli utili a chi si diletta

in cucina e in giardino, così come ha ampiamente spiegato insieme a Cristina Bay nel volume Il giardiniere goloso. Le erbe e gli ortaggi che val la pena di coltivare in casa o nell’orto. Consigli e ricette (Ponte alle Grazie).

Giovedì 16 luglio, ore 18
Ville e giardini d’Italia

Nel terzo incontro Alberta Campitelli, storica dell’arte e dei giardini, vicepresidente APGI-Associazione Parchi e Giardini Italiani, proporrà un percorso alla scoperta dei giardini italiani, alla ricerca di connessioni e intrecci temporali e topografici, legando tra loro siti diversi per storia, assetto e committenza, e mettendo a fuoco l’immagine della complessità e varietà delle ville

e dei giardini. Il metodo d’indagine, che si è focalizzato sui significati sottesi agli innumerevoli giardini realizzati tra la fine del Medioevo e il Novecento, ha permesso di definire alcuni grandi temi ricorrenti, per una lettura trasversale e su più livelli di conoscenza e interpretazione del tema dei giardini. Fresco di stampa, per i tipi di Jaca Book, Ville e giardini d’Italia. Tra Natura e Artificio.

Giovedì 23 luglio, ore 18
Davines Village e il suo Giardino Scientifico: un dialogo su benessere, bellezza e sostenibilitá al cuore dell’impresa e della comunità

Il quarto incontro propone una riflessione su nuove modalità di lavoro, imprese e sedi

innovative: il noto sociologo  Domenico De Masi, insieme a Davide Bollati, presidente del Gruppo Davines, e Tommaso Del Buono, architetto del paesaggio, proporrà una riflessione sulle aziende che perseguono “beneficio comune” (B-Corp), attente al benessere del personale, all’armonia del luogo di lavoro e alla sostenibilità della propria filiera di produzione, partendo dal racconto  del progetto del Davines Village. La nuova sede dell’azienda, che comprende uno spazio centrale adibito a ristorante aziendale e luogo di co-working, la cui struttura è ispirata ad una serra, e un giardino ideato dal rinomato studio di architettura paesaggistica del Buono Gazerwitz, rende infatti

possibile l’incontro tra bellezza, sostenibilità, etica e natura.

Giovedì 30 luglio, ore 18
A scuola nel bosco – outdoor education

La chiusura della rassegna è affidata a Irene Salvaterra, educatrice ambientale della Fondazione Villa Ghigi di Bologna, e Laura Malavasi, pedagogista e formatrice, con un approfondimento dedicato a un tema destinato a essere sempre più attuale, viste anche le nuve problematiche poste dall’emergenza sanitaria in corso: l’apprendimento all’aria aperta. Il focus sarà sui nuovi metodi educativi che consentono di cogliere gli stimoli forniti dalla natura nel corso delle stagioni.

La rassegna, organizzata da Angela Zaffignani, si svolgerà nel rispetto delle norme anti Covid-19 vigenti al momento, ed è organizzata in collaborazione con FAI-delegazione di Parma, Grandi Giardini Italiani, Landscape festival-I Maestri del Paesaggio, AIAPP- Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio, APGI-Associazione Parchi e Giardini Italiani, e con il contributo di Fondazione Cariparma.

PRENOTAZIONI


La quota di partecipazione a ogni incontro è di 10 € e include un omaggio floreale; i soci FAI potranno usufruire della tariffa ridotta (€ 8). È obbligatoria la prenotazione, da effettuare all’indirizzo prenotazioni@francomariaricci.com


INFORMAZIONI E CONTATTI


Labirinto della Masone
Strada Masone 121, 43012 Fontanellato (PR)
Tel. 0521827081
Mail: prenotazioni@francomariaricci.com

BAMBOO RUSH DESIGN 2020


Terza edizione del Concorso Internazionale per la progettazione e realizzazione di un oggetto innovativo di design con il bambù

Il Labirinto della Masone, con il patrocinio di ADI (Associazione per il Disegno Industriale) e AIB (Associazione Italiana Bambù), in occasione delle giornate dedicate al bambù Under the bamboo tree (5 e 6 ottobre scorsi) ha indetto la terza edizione del concorso internazionale di design, che prevede la progettazione e la realizzazione di un oggetto in bambù.

Con questo concorso il Labirinto della Masone, che ha nel bambù uno dei principali motivi di originalità (il Labirinto, il più grande al mondo, è interamente costituito da una ventina di specie diverse di bambù) punta l’attenzione sulle caratteristiche intrinseche di questa straordinaria pianta, elegante e dalle mille virtù, che solo recentemente in Italia ha suscitato grande interesse.
Il concorso mira inoltra a mettere in evidenza il valore del bambù nel raggiungimento degli obiettivi politici internazionali, tra cui gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) e gli impegni previsti dall’accordo di Parigi sui cambiamenti

di Parigi sui cambiamenti climatici promuovendo l’uso del bambù per la progettazione di oggetti ad uso quotidiano.
Il concorso vuole essere quindi uno stimolo all’utilizzo del bambù, privilegiando un prodotto di design ad uso domestico o destinato a spazi pubblici, o ancora strutture come coperture o gallerie.  Il progetto deve valorizzare le proprietà tecniche ed estetiche e le potenzialità espressive del bambù, che potrà essere integrato con altri materiali. Particolare attenzione sarà posta ad eventuali innovazioni tecnologiche,

anche relative al possibile ciclo produttivo dell’oggetto e alla strategia per minimizzare l’impatto sull’ambiente.
È un concorso internazionale, che mediante la divisione in due categorie, junior e senior, dà la possibilità di partecipare sia a studenti singoli o in gruppo, regolarmente iscritti a scuole superiori di grafica, arredamento, design, facoltà di architettura o design, dottorati, master e corsi equipollenti, sia a designers, architetti, singoli o in gruppo, nonché lavoratori dipendenti diplomati o laureati operanti nel settore del design e della progettazione, artisti, creativi.

PER PARTECIPARE

Chi desidera partecipare ha tempo per iscriversi fino al 20 maggio 2020.

I vincitori del Premio saranno annunciati sul sito web, entro il mese di ottobre 2020.
La premiazione avrà luogo presso il Labirinto della Masone durante la quarta edizione della manifestazione “Under the Bamboo Tree” che si terrà nei giorni 10 e 11 ottobre 2020.

Contatti per informazioni e iscrizioni
bamboorush@francomariaricci.com
+39 0521 827081

CRITERI

L’oggetto da progettare deve esaltare le caratteristiche intrinseche del bambù. Oggetti per uso domestico, per uffici, edifici commerciali, scuole, ospedali ed altri spazi di pubblico utilizzo come:
• Arredi e complementi d’arredo
• Oggetti per la cucina e la tavola
• Rivestimenti per pareti, pavimenti, interpareti, porte
• Elementi funzionali come radiatori, lampade, sistemi di illuminazione, interruttori
• Elementi tecnici come maniglie, corrimano, rubinetti, targhe
• Strutture come coperture, gallerie

È possibile prevedere l’abbinamento di più materiali per l’esecuzione dell’oggetto anche se le parti in bambù devono avere un ruolo prioritario nella sua realizzazione. Il progetto deve valorizzare le proprietà tecniche ed estetiche e le potenzialità espressive del bambù e deve poter essere prodotto in serie. Nel criterio di valutazione si terrà conto di eventuali innovazioni tecnologiche, anche relative al possibile ciclo produttivo dell’oggetto e della strategia per minimizzare l’impatto sull’ambiente.  Il progetto non dovrà avere un sapore etnico.

 

CONDIZIONI PER LA PARTECIPAZIONE

Il concorso è suddiviso in due sezioni:
–  Junior destinato a studenti regolarmente iscritti a scuole superiori di grafica, arredamento, design, facoltà di architettura o design, dottorati, master e corsi equipollenti.
–  Senior destinato a designers, architetti, singoli o in gruppo, nonché lavoratori dipendenti diplomati o laureati operanti nel settore del design e della progettazione, artisti, creativi.
Per entrambe le categorie è possibile partecipare sia singolarmente che in gruppi.

Per partecipare al concorso è previsto il pagamento di una quota di partecipazione:
30 euro per gli iscritti alla categoria junior.
60 euro per gli iscritti alla categoria senior.
La quota di partecipazione è intesa per ogni singolo progetto ed è da versare entro il 20 maggio 2020 sul conto della Fondazione Franco Maria Ricci.

Il partecipante dovrà inoltre inviare all’indirizzo e-mail bamboorush@francomariaricci.com:

• Ricevuta del bonifico
• Carta d’identità o documento

di riconoscimento valido
• CV
• Modulo di iscrizione al concorso e trattamento dati personali (allegato1) compilato e firmato in tutte le sue parti.
• Documento che attesti la regolare iscrizione presso l’istituto scolastico (solo per la categoria junior)

Qualora il progetto sia stato sviluppato da un gruppo, il capogruppo si prenderà carico di inviare attraverso un’unica e-mail i moduli di partecipazione e gli altri documenti necessari all’iscrizione di tutti i partecipanti.

INVIO PROGETTI


Tutti i partecipanti regolarmente iscritti riceveranno via e-mail le istruzioni per inviare in via telematica la documentazione, che dovranno essere consegnati tassativamente entro il 31 agosto 2020.
Il materiale da consegnare è il seguente:
Una tavola in formato A1 verticale che rappresenti la sintesi del progetto, ad alta risoluzione e in formato PDF o JPG.
Una relazione di progetto in formato PDF nella quale siano specificate le motivazioni tecniche dell’utilizzo del materiale bambù ed eventuali approfondimenti progettuali di supporto alla tavola di sintesi.

Prototipo

È gradito, ma non obbligatorio, l’invio di un prototipo del progetto. Nel caso in cui il partecipante voglia inviare il prototipo da mostrare alla giuria, esso potrà essere spedito all’indirizzo postale del Labirinto della Masone, previa precedente comunicazione via e-mail.

L’indirizzo postale è il seguente:
Concorso BambooRush Design – PROTOTIPO
Fondazione Franco Maria Ricci c/o Labirinto della Masone
Strada Masone 121
43012 Fontanellato, Parma
Il prototipo dovrà arrivare a destinazione tassativamente entro il 31 agosto 2020.

COMPOSIZIONE DELLA GIURIA

La giuria sarà composta da autorevoli personalità che operano nell’ambito dell’arte, del design e della botanica. I nomi dei componenti della giuria saranno pubblicati su questo sito entro il mese di agosto 2020.

VALUTAZIONE

La valutazione sarà a discrezione della giuria, che valuterà i progetti in forma anonima in base a criteri che terranno conto di:
– coerenza rispetto al tema ed impressione generale;
– efficacia comunicativa ed originalità;
– innovazione tecnologica;

– utilizzo di strategie per minimizzare l’impatto ambientale.

PREMIO


II vincitori del Premio saranno contattati via e-mail dall’organizzazione ed annunciati sul sito web, entro il mese di ottobre 2020.

I premi sono:

• Sezione junior: euro 1.000 (al lordo degli adempimenti di legge)

• Sezione senior: euro 2.500 (al lordo degli adempimenti di legge)

La consegna del premio (assegno) avrà luogo presso il Labirinto della Masone durante la quinta edizione della manifestazione “Under the Bamboo Tree” che si terrà nei giorni 10 e 11 ottobre 2020.

MOSTRA


Le opere selezionate verranno esposte in una mostra temporanea dedicata al Premio, che si terrà presso il Labirinto della Masone e verrà inaugurata in occasione della manifestazione culturale “Under the Bamboo Tree”.

Le spese di stampa delle tavole in formato A1, allestimento, disallestimento, guardiania, assicurazione sono a carico dell’Organizzazione

CONSENSO

Gli autori dei progetti sono gli unici responsabili di eventuali violazioni di diritti di proprietà intellettuale altrui. Nel caso di evidenti violazioni IIR procederà alla immediata esclusione del progetto dal concorso. Ogni partecipante al concorso concede in maniera gratuita all’Associazione Premio i diritti di riproduzione

delle opere e dei concepts concorrenti, al solo fine dell’eventuale pubblicazione sul sito web del Premio e delle altre forme di comunicazione, promozione e attività dell’Associazione stessa.

Coloro che non desiderano comparire con le loro opere sul sito web del Premio dovranno dichiararlo al momento dell’iscrizione.

BAMBOO RUSH – DISEGNARE IL BAMBÙ


Prima edizione del concorso internazionale di pittura naturalistica

Il Labirinto della Masone, con il patrocinio di AIPAN (Associazione Italiana per l’Arte Naturalistica), in occasione delle giornate dedicate al bambù “Under the bamboo tree” (4 e 5 ottobre scorsi) ha indetto la prima edizione del concorso internazionale di pittura naturalistica Disegnare il bambù, che prevede la realizzazione di opere pittoriche a tecnica libera che abbiano come soggetto le specie di bambù 

presenti al Labirinto della Masone.

Con questo concorso il Labirinto della Masone, che ha nel bambù uno dei principali motivi di originalità (il Labirinto, il più grande al mondo, è interamente costituito da sedici specie diverse di bambù) punta l’attenzione sulle caratteristiche di questa straordinaria pianta, elegante e dalle mille virtù, che solo recentemente in Italia ha suscitato grande interesse.

Il concorso vuole essere quindi uno stimolo alla valorizzazione artistica delle specie presenti al Labirinto e delle loro caratteristiche e peculiarità.

È un concorso internazionale che dà la possibilità di partecipare ad illustratori e pittori professionisti e non, maggiori di 18 anni di età. Il tema può essere liberamente interpretato purché l’aspetto botanico sia predominante.

Una volta completata l’iscrizione, i partecipanti avranno l’opportunità di recarsi gratuitamente al Labirinto della Masone per dipingere dal vivo durante i regolari orari di apertura.

Chi desidera partecipare ha tempo per iscriversi fino al 30 giugno 2020 e può scaricare qui il regolamento completo e la scheda di partecipazione.

La valutazione degli elaborati terrà conto della coerenza rispetto al tema, efficacia comunicativa, originalità e dell’impressione generale. Il vincitore del Premio e i menzionati saranno annunciati sul sito web, entro il mese di ottobre 2020.

Il vincitore riceverà un premio in denaro. Le opere del vincitore e dei menzionati verranno esposte in una mostra temporanea dedicata al Premio, che si terrà presso il Labirinto della Masone e verrà inaugurata in occasione della manifestazione culturale “Under the Bamboo Tree”.

È prevista anche la realizzazione di un catalogo con le opere in mostra, che sarà dato in omaggio agli artisti finalisti e che sarà in vendita per il pubblico.

La premiazione avrà luogo presso il Labirinto della Masone durante la quinta edizione della manifestazione “Under the Bamboo Tree” che si terrà nei giorni 10 e 11 ottobre 2020.

Contatti per informazioni e iscrizioni


Angela Zaffignani
bamboorush@francomariaricci.com
+39 0521 827081

Con il patrocinio di:

marchio registrato mod