rassegna giardini di giugno labirinto della masone

I GIARDINI DI GIUGNO 2021
Conversazioni sul Verde

Dal 3 giugno al Labirinto di Franco Maria Ricci sei incontri per raccontare e indagare in modi sempre nuovi il sorprendente mondo delle piante, dei giardini e del paesaggio.


Prende il via dal 3 giugno e per tutti i giovedì fino all’ 8 luglio (3, 10, 17, 24, 1 luglio, 8 luglio) alle ore 18, i giardini di Giugno, il ciclo di incontri dedicato al mondo del verde organizzato dal Labirinto della Masone in collaborazione con la delegazione FAI di Parma presieduta da Giovanni Fracasso, moderatore di questi incontri.

La rassegna di appuntamenti “green” torna nella veste estiva già adottata lo scorso anno per proporre una serie di riflessioni legate al tema, sempre più centrale, del verde nelle sue numerose sfumature e declinazioni: dalla botanica versatile alla funzione curativa del giardino, ad un focus sul paesaggio parmense e sulla gestione del verde urbano, fino a viaggi ed esplorazioni tra i giardini e i labirinti del mondo.

PROGRAMMA


Giovedì 3 giugno, ore 18
Il paradiso è un giardino selvatico

Questo primo appuntamento vedrà Antonio Perazzi, botanico, paesaggista e scrittore accompagnarci in un viaggio tra le piante che crescono naturalmente senza bisogno dell’aiuto dell’uomo e quelle ostinate, tra alberi secolari ed erbacce spontanee in un inno alla straordinaria quotidianità di una natura finalmente libera da controlli. Perazzi è autore del libro Il paradiso è un giardino selvatico. Storie ed esperimenti di botanica per artisti (Utet 2019) e del recentemente ristampato Contro il giardino. Dalla parte delle piante (Ponte alle Grazie) scritto con Pia Pera.

Giovedì 10 giugno, ore 18
Salus in Horto. Il giardino come cura

Roberto Leggero propone un approfondimento sul tema fondamentale della funzione curativa del giardino. Nell’incontro, così come nel libro Salus in Horto. Il giardino come cura, pubblicato per la casa editrice Derive e Approdi, si intrecceranno gli aspetti tecnici del giardinaggio con l’urbanistica, l’architettura, la medicina, la farmacopea, la cucina, la politica e l’educazione.

Giovedì 17 giugno, ore 18
Sentiero d’Arte. Camminare tra arte, storia e natura

Nel terzo incontro Cecilia Merighi, coordinatrice del progetto Sentiero d’Arte, e Andrea Greci, autore, giornalista e fotografo, da anni appassionato narratore dell’Appennino Tosco-Emiliano, porteranno il pubblico alla scoperta del Sentiero d’Arte. Il sentiero recentemente creato procede lungo il Canale San Michele e i vigneti dell’antica Torcularia in un itinerario che muove dall’abbazia rinascimentale con la chiesa Santa Maria della Neve e collega Torrechiara e Langhirano e valorizza il percorso naturalistico in cui luci e atmosfere del paesaggio sono interpretate attraverso le opere di artisti contemporanei.

Giovedì 24 giugno, ore 18
Giardini in viaggio

Con la guida di Laura Pirovano, esperta di giardini, scrittrice e viaggiatrice, si esploreranno numerosi giaridini italiani e stranieri. Dai luoghi memorabili fino alle più intime realtà domestiche, un viaggio nel mondo dei giardini che si spinge dall’Europa fino alla Nuova Zelanda. Giardini dove le piante sono regine fino al fascino dell’Oriente passando attraverso riletture del passato a luoghi dove l’arte è la protagonista.

Giovedì 1 luglio, ore 18
La Terra Salvata dagli Alberi

Il quinto appuntamento vedrà la partecipazione di Francesco Ferrini, professore ordinario di Arboricoltura Generale e Coltivazioni Arboree all’Università di Firenze e autore, insieme a Ludovico Del Vecchio, di La Terra Salvata dagli Alberi (Elliott Edizioni), che si confronterà con Pier Luigi Fedele: Comandante dei Carabinieri Forestale di Parma, sul tema della gestione del verde urbano e sul ruolo degli alberi, destinato ad essere sempre più centrale nelle questioni della lotta al cambiamento climatico e del contrasto dell’inquinamento. La giornata si concluderà con una serata conviviale presso il Ristorante “Al Bambù” dedicata al libro Le Ricette dei Grandi Giardini Italiani.

Giovedì 8 luglio, ore 18
Labirinti vegetali

L’ultimo incontro del ciclo è affidato a Ettore Selli, ingegnere ambientale e appassionato di viaggi, autore del libro di successo Labirinti vegetali (Pendragon), che proporrà l’esplorazione dei labirinti e dedali vegetali dei cinque continenti, al fine di scoprire la complessità, le differenze e le singolarità di questi monumenti d’architettura verde. Un excursus che testimonierà una volta di più il fascino di un simbolo universale, presente in moltissime civiltà e nazioni.

La rassegna, organizzata da Angela Zaffignani, si svolgerà nel rispetto delle norme anti

Covid-19 vigenti al momento, ed è organizzata in collaborazione con FAI-delegazione di Parma, Grandi Giardini Italiani, Landscape festival-I Maestri del Paesaggio, AIAPP- Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio, APGI-Associazione Parchi e Giardini Italiani, Ordine degli Archittetti, Paesaggisti, Conservatori della provincia di Parma, CAI Parma.

INFO E PRENOTAZIONI


La quota di partecipazione a ogni incontro è di 10 €; i soci FAI potranno usufruire della tariffa ridotta (€ 8). È obbligatoria la prenotazione, da effettuare all’indirizzo prenotazioni@francomariaricci.com

La quota di partecipazione per la cena è di 40 €. È obbligatoria la prenotazione, da effettuare all’indirizzo info@ristorazionelabirinto.it. Per informazioni: 0521 1855372

CONTATTI


Labirinto della Masone
Strada Masone 121, 43012 Fontanellato (PR)
Tel. 0521827081
Mail: prenotazioni@francomariaricci.com
Sito: www.labirintodifrancomariaricci.it

Organizzazione:
Angela Zaffignani
zaffignani@francomariaricci.com

BAMBOO RUSH DESIGN 2021

Iscrizioni entro il 20 luglio 2021
Consegna progetti entro il 31 agosto 2021


Quarta edizione del Concorso Internazionale per la progettazione e realizzazione di un oggetto innovativo di design con il bambù

Il Labirinto della Masone, con il patrocinio di ADI (Associazione per il Disegno Industriale) e AIB (Associazione Italiana Bambù), ha indetto la quarta edizione del concorso internazionale di design, che prevede la progettazione e la realizzazione di un oggetto in bambù.

Con questo concorso il Labirinto della Masone, che ha nel bambù uno dei principali motivi di originalità (il Labirinto, il più grande al mondo, è interamente costituito da una ventina di specie diverse di bambù) punta l’attenzione sulle caratteristiche intrinseche di questa straordinaria pianta, elegante e dalle mille virtù.

Il concorso mira a mettere in evidenza il valore del bambù nel raggiungimento degli obiettivi politici internazionali, tra cui gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) e gli impegni previsti dall’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici promuovendo l’uso del bambù per la progettazione di oggetti ad uso quotidiano.

Il concorso vuole essere quindi uno stimolo all’utilizzo del bambù, privilegiando un prodotto di design ad uso domestico o destinato a spazi pubblici, o ancora strutture come coperture o gallerie.

Il progetto deve valorizzare le proprietà tecniche ed estetiche e le potenzialità espressive del bambù, che potrà essere integrato con altri materiali. Particolare attenzione sarà posta ad eventuali innovazioni tecnologiche, anche relative al possibile ciclo produttivo dell’oggetto e della strategia per minimizzare l’impatto sull’ambiente.

 

È un concorso internazionale, che mediante la divisione in due categorie, junior e senior, dà la possibilità di partecipare sia a studenti singoli o in gruppo, regolarmente iscritti a scuole superiori di grafica, arredamento, design, facoltà di architettura o design, dottorati, master e corsi equipollenti, sia a designers, architetti, singoli o in gruppo, nonché lavoratori dipendenti diplomati o laureati operanti nel settore del design e della progettazione, artisti, creativi.

PER PARTECIPARE

Chi desidera partecipare ha tempo per iscriversi fino al 20 luglio 2021.

I vincitori del Premio saranno annunciati sul sito web, entro il mese di settembre 2021.
La consegna del premio (assegno) avrà luogo presso il Labirinto della Masone durante la sesta edizione della manifestazione “Under the Bamboo Tree” che si terrà nei giorni 16 e 17 ottobre 2021.

Contatti per informazioni e iscrizioni
bamboorush@francomariaricci.com
+39 0521 827081

CRITERI

L’oggetto da progettare deve esaltare le caratteristiche intrinseche del bambù. Oggetti per uso domestico, per uffici, edifici commerciali, scuole, ospedali ed altri spazi di pubblico utilizzo come:
• Arredi e complementi d’arredo
• Oggetti per la cucina e la tavola
• Rivestimenti per pareti, pavimenti, interpareti, porte
• Elementi funzionali come radiatori, lampade, sistemi di illuminazione, interruttori
• Elementi tecnici come maniglie, corrimano, rubinetti, targhe
• Strutture come coperture, gallerie

È possibile prevedere l’abbinamento di più materiali per l’esecuzione dell’oggetto anche se le parti in bambù devono avere un ruolo prioritario nella sua realizzazione. Il progetto deve valorizzare le proprietà tecniche ed estetiche e le potenzialità espressive del bambù e deve poter essere prodotto in serie. Nel criterio di valutazione si terrà conto di eventuali innovazioni tecnologiche, anche relative al possibile ciclo produttivo dell’oggetto e della strategia per minimizzare l’impatto sull’ambiente. Il progetto non dovrà avere un sapore etnico.

CONDIZIONI PER LA PARTECIPAZIONE

Il concorso è suddiviso in due sezioni:
– Junior destinato a studenti regolarmente iscritti a scuole superiori di grafica, arredamento, design, facoltà di architettura o design, dottorati, master e corsi equipollenti.
– Senior destinato a designers, architetti, singoli o in gruppo, nonché lavoratori dipendenti diplomati o laureati operanti nel settore del design e della progettazione, artisti, creativi.
Per entrambe le categorie è possibile partecipare sia singolarmente che in gruppi.

Per partecipare al concorso è previsto il pagamento di una quota di partecipazione:
30 euro per gli iscritti alla categoria junior.
60 euro per gli iscritti alla categoria senior.
La quota di partecipazione è intesa per ogni singolo progetto ed è da versare entro il 20 luglio 2020 sul conto della Fondazione Franco Maria Ricci.

Il partecipante dovrà inoltre inviare all’indirizzo e-mail bamboorush@francomariaricci.com:

• Ricevuta del bonifico
• Carta d’identità o documento

di riconoscimento valido
• CV
• Modulo di iscrizione al concorso e trattamento dati personali (allegato1) compilato e firmato in tutte le sue parti.
• Documento che attesti la regolare iscrizione presso l’istituto scolastico (solo per la categoria junior)

Qualora il progetto sia stato sviluppato da un gruppo, il capogruppo si prenderà carico di inviare attraverso un’unica e-mail i moduli di partecipazione e gli altri documenti necessari all’iscrizione di tutti i partecipanti.

INVIO PROGETTI


Tutti i partecipanti regolarmente iscritti riceveranno via e-mail le istruzioni per inviare in via telematica la documentazione, che dovranno essere consegnati tassativamente entro il 31 agosto 2021.
Il materiale da consegnare è il seguente:
Una tavola in formato A1 verticale che rappresenti la sintesi del progetto, ad alta risoluzione e in formato PDF o JPG.
Una relazione di progetto in formato PDF nella quale siano specificate le motivazioni tecniche dell’utilizzo del materiale bambù ed eventuali approfondimenti progettuali di supporto alla tavola di sintesi.

PROTOTIPO


È gradito, ma non obbligatorio, l’invio di un prototipo del progetto. Nel caso in cui il partecipante voglia inviare il prototipo da mostrare alla giuria, esso potrà essere spedito all’indirizzo postale del Labirinto della Masone, previa precedente comunicazione via e-mail.

L’indirizzo postale è il seguente:
Concorso BambooRush Design – PROTOTIPO
Fondazione Franco Maria Ricci c/o Labirinto della Masone
Strada Masone 121
43012 Fontanellato, Parma
Il prototipo dovrà arrivare a destinazione tassativamente entro il 31 agosto 2021.

GIURIA


La giuria sarà composta da autorevoli personalità che operano nell’ambito dell’arte, del design e della botanica. I nomi dei componenti della giuria saranno pubblicati su questo sito entro il mese di settembre 2021.

La valutazione sarà a discrezione della giuria, che valuterà i progetti in forma anonima in base a criteri che terranno conto di:
• coerenza rispetto al tema ed impressione generale;
• efficacia comunicativa ed originalità;
• innovazione tecnologica;
• utilizzo di strategie per minimizzare l’impatto ambientale.

PREMIO


II vincitori del Premio saranno contattati via e-mail dall’organizzazione ed annunciati sul sito web, entro il mese di ottobre 2021.

I premi sono:
• Sezione junior: euro 1.000 (al lordo degli adempimenti di legge)
• Sezione senior: euro 2.500 (al lordo degli adempimenti di legge)
La consegna del premio (assegno) avrà luogo presso il Labirinto della Masone durante la sesta edizione della manifestazione “Under the Bamboo Tree” che si terrà nei giorni 16 e 17 ottobre 2021.

MOSTRA


Le opere selezionate verranno esposte in una mostra temporanea dedicata al Premio, che si terrà presso il Labirinto della Masone e verrà inaugurata in occasione della manifestazione culturale “Under the Bamboo Tree”.

CONSENSO


Gli autori dei progetti sono gli unici responsabili di eventuali violazioni di diritti di proprietà intellettuale altrui. Nel caso di evidenti violazioni si procederà alla immediata esclusione del progetto dal concorso. Ogni partecipante al concorso concede in maniera gratuita all’Associazione Premio i diritti di riproduzione

delle opere e dei concepts concorrenti, al solo fine dell’eventuale pubblicazione sul sito web del Premio e delle altre forme di comunicazione, promozione e attività dell’Associazione stessa.

Coloro che non desiderano comparire con le loro opere sul sito web del Premio dovranno dichiararlo al momento dell’iscrizione.

INFORMAZIONI E ISCRIZIONI
bamboorush@francomariaricci.com
+39 0521 827081

CONTATTI
Angela Zaffignani
bamboorush@francomariaricci.com
+39 0521 827081

DOWNLOAD


Regolamento completo del concorso

Modulo di partecipazione e Informativa