Orario Invernale: 9.30 – 18.00 | Ultimo ingresso: 16.30

Orario Invernale: 9.30 – 18.00 | Ultimo ingresso: 16.30

Cimelio tipografico pittorico offerto agli Augustissimi Genitori del Re di Roma da Giambattista Bodoni

Giovanni Gherardo De Rossi (1754-1827)
Parma, Bodoni, 1811. In-4°, Stampa tipografica. Carta velina, acquaforte acquerellata

La nascita del figlio di Napoleone e Maria Luigia diede l’occasione a Bodoni di produrre uno degli ultimi suoi capolavori. L’opera è dedicata con due sonetti agli augusti genitori. Il volume riprende gli scritti e le tavole degli Scherzi Poetici e Pittorici del 1795, il cui frontespizio è utilizzato come apertura. Ad ogni componimento di Giovanni Gherardo de Rossi, non nominato, nella pagina a fronte si trova il corrispondente rame allegorico inciso da Francesco Rosaspina, contornato di nero. Data la lunghezza variabile dei testi, il più breve di quattro versi, il più lungo di centoquattro, egli cambiò i corpi e il tipo di caratteri in ogni componimento proporzionandoli alla misura degli stessi. Al piede di ogni pagina stampata è posto il nome del carattere usato e il nome della città composta con lo stesso carattere nel Manuale del 1818, pur con qualche differenza di corpo.