Venere benda gli occhi a Cupido

Luca Cambiaso (1527-1585)
XVI secolo, Olio su tela

Ben pochi quadri dell’artista ligure sono così provocanti e sensuali. Dipinto per un collezionista privato, esso presenta una scena intima con toni inequivocabilmente erotici: Venere benda Cupido mentre volge uno sguardo malizioso allo spettatore, che potrebbe aver scostato il tendaggio a sinistra per osservare la scena. Il morbido modellato dell’anatomia, l’incisività dei bordi del drappeggio rosa e

avorio, l’effetto elusivo del colore e della luce sono caratteristiche tipiche della pittura di Luca Cambiaso nel breve periodo in cui l’artista si dedica anche a opere profane (1565 circa). Luca Cambiaso fu scolaro e collaboratore del padre, Giovanni (1495-1577 circa); attento inizialmente all’arte di Perin del Vaga, del Pordenone e del Beccafumi, addolcì poi le forme segnate dal gigantismo delle proporzioni e da scorci insoliti delle opere giovanili con una personale elaborazione delle esperienze luministiche e cromatiche dei veneti, come si nota in quest’opera.