Veduta del campo di Brois

Giuseppe Pietro Bagetti
(1764-1831)
XVIII secolo, Acquarello su carta con rialzi di goauche

Nell’acquarello è rappresentata una strada sopraelevata, su cui passa un carro di fieno visibile in primo piano e attraversata da vari soldati, che si snoda attraverso la valle fino ad arrivare all’accampamento, collocato su un promontorio. La natura grandiosa e imponente prende il sopravvento sulla figura umana, minuscole figurine che

si perdono nel paesaggio. Per l’esecuzioni dei suoi disegni Bagetti studiava direttamente sulle carte topografiche e di solito, prima di disegnare i suoi schizzi sul campo, raccoglieva informazioni da protagonisti della vicenda. Grazie alle conoscenze tecniche acquisite negli studi da architetto, riusciva a ritrarre una realtà fedele e molto dettagliata. I suoi acquarelli sono nitidissimi e l’equilibrio fra le varie parti dell’insieme offre la sensazione di un tutto armonico, in cui non vi è percezione di dettagli che possano disturbare l’effetto unitario.