Busto di gentiluomo con pelliccia

Lazzaro Casario
(1546-1592)
XVI secolo, Marmo bianco

Lo scultore bolognese presenta il ritratto di un personaggio dall’identità sconosciuta e di età avanzata, dal viso smagrito e dalle orbite incavate: probabilmente è stata utilizzata la maschera funeraria. Il taglio compositivo ristretto nella parte inferiore del busto fa pensare alla collocazione in una nicchia, o forse all’inserimento del ritratto in un monumento funebre.

L’austera sobrietà espressiva, tipica della ritrattistica del bolognese Casario, è accompagnata da un’accurata resa dei dettagli, come si nota nelle decorazioni delle maniche della veste o nella pelliccia.